Loading...

Prestito INPS con cessione del quinto: una guida completa

cessione del quinto inpsIl prestito INPS con cessione del quinto è disponibile solo ad alcune condizioni. Ecco quali sono e come ottenere il finanziamento senza sorprese.

Condizioni di finanziamento

Il prestito INPS può essere richiesto se si sono versati i contributi al fondo cassa di Gestione dell’INPS: al fondo partecipano i dipendenti pubblici (anche a tempo determinato) e i pensionati. Oltre ad aver maturato i contributi (e aver pagato per almeno due anni), i dipendenti e i pensionati devono percepire ancora il loro reddito al momento della richiesta (il dipendente pubblico non deve essere stato licenziato o il suo contratto non deve essere scaduto).

In base all’importo netto del proprio reddito, l’INPS potrà offrire piccoli prestiti, di durata variabile da uno a quattro anni. L’INPS dispone anche di finanziamenti superiori ai quattro anni, ma, in quel caso, sarà necessario far valutare la propria posizione agli sportelli, perché dovrà intervenire una banca convenzionata con l’ente pubblico e gli importi non verranno direttamente dalla cassa dell’INPS per via della richiesta superiore.

Documenti richiesti

Se in passato, per chiedere il finanziamento era necessario rivolgersi all’INPS, adesso basta consegnare il modulo compilato al proprio responsabile, in modo che sia lui a inviare, per via telematica, tutti i dati all’INPS. La domanda va corredata dai documenti di riconoscimento, dalle ultime due buste paga e dal numero di conto corrente intestato al richiedente.

I pensionati, invece, possono fare richiesta direttamente allo sportello più vicino dell’INPS, fornendo la relativa documentazione (modulo firmato, cedolino della pensione, conto dove accreditare il denaro ottenuto in prestito).

Una volta approvata la richiesta, l’importo del prestito viene accreditato direttamente sul conto corrente del richiedente, mentre le rate saranno prelevate, con la formula della cessione del quinto, direttamente dallo stipendio del dipendente o del pensionato. In alternativa, si può disporre il pagamento delle rate presso una banca di fiducia sia del richiedente, sia dell’INPS.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Goprestiti.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons